MEDITAZIONE NELLE SCUOLE

Porta anche tu la meditazione Mindfulness nella scuola dei tuoi figli!

Meditazione nelle scuole

Scuola primaria dell’infanzia Livorno – Momento di Meditazione – Mindfulness

Meditazione nelle scuole

Ormai da 4 anni porto la meditazione Mindfulness nelle scuole, insieme alla collega counselor e antropologa Valeria Paoli.

Per me che sono abituato a lavorare con gli adulti è stata un’esperienza splendida: vedere bimbi sconosciuti che in pochi incontri si affezionano e imparano a godere del silenzio è impagabile!

Anche quest’anno la provincia di Livorno ci ha dato fiducia, chiedendoci di portare portare il progetto a 150 bambini, dalla materna alle superiori: che bellissima sfida!

Siccome molti genitori mi chiedono come portare questo progetto nelle scuole dei proprio figli, ho creato questa pagina, dove sono spiegate le linee guida.

[msgbox type=”notice” show_icon=”yes” ]Se sei interessato che tuo figlio possa partecipare a questo progetto, scarica i materiali e inviali alle insegnati, professori e dirigenti:  linee guida meditazione nelle scuole 2017-18[/msgbox]

 

Principi e referenti del Progetto Gaia-Benessere Globale

Il “Progetto Gaia-Benessere Globale” è un [highlight style=”yellow” ]programma di educazione alla consapevolezza globale e alla salute psicofisic[/highlight]a ideato e sviluppato da un’equipe di docenti, professori universitari, educatori, psicologi e medici dell’associazione di promozione sociale “Villaggio Globale” di Bagni di Lucca, che è stato approvato e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e che è sostenuto dall’UNESCO, l’agenzia delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura.

 

Destinatari e dati nazionali

I destinatari del Progetto Gaia-Benessere Globale sono i bambini, ragazzi, giovani e adulti, con particolare attenzione ai giovani disagiati e a rischio.

 

Finalità

Il Progetto Gaia-Benessere Globale è stato sviluppato per[highlight style=”yellow” ] contribuire alla risoluzione dei grandi problemi dei bambini e dei giovani in età scolastica (bullismo, differenza di genere, abbandono scolastico, violenza fisica e psicologica) e per rispondere alle necessità educative di una società sempre più globalizzata[/highlight], espresse nelle linee educative internazionali del “Global Education First Initiative”, espresse con il “Nuovo Umanesimo” di Irina Bokova, General Director dell’UNESCO, e riprese nelle “Indicazioni Nazionali per il Curriculo dell’Infanzia e del primo ciclo di Istruzione” del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che invita a sviluppare programmi educativi capaci di “fornire strumenti teorici ed esperienziali agli studenti di ogni età al fine di sviluppare competenze che permettano la realizzazione di una società globale”, e a facilitare “L’elaborazione dei saperi necessari per comprendere l’attuale condizione dell’uomo planetario… Premessa indispensabile per l’esercizio consapevole di una cittadinanza nazionale, europea e planetaria”.

La finalità del Progetto Gaia-Benessere Globale è di [highlight style=”yellow” ]promuovere un programma educativo che ponga al centro lo sviluppo di una consapevolezza globale di sé stessi e del pianeta e che dia le basi etiche, scientifiche e umane per essere cittadini creativi della società globalizzata in cui viviamo[/highlight].

Meditazione nelle scuole

Obiettivi del Progetto Gaia-Benessere Globale

Gli obiettivi pratici del Progetto Gaia-Benessere Globale sono:

  1. Sviluppare una maggiore autoconsapevolezza psicosomatica di Sé (corpo ed emozioni)
  2. Migliorare il benessere psicofisico riducendo lo stress, l’ansia e la depressione,
  3. Migliorare il rendimento scolastico aumentando l’attenzione, la presenza, e riducendo l’aggressività e la tensione.
  4. Gestione delle emozioni e contenimento della reattività e degli impulsi (autoregolazione)
  5. Migliorare il clima e la cooperazione del gruppo classe
  6. Offrire una base di informazioni etiche, scientifiche e culturali per una cittadinanza globale.
  7. Educazione all’interculturalità e ai diritti umani per una cittadinanza globale (UNESCO).

 

Metodologie: Protocollo Gaia e validazioni scientifiche

Gli effetti delle pratiche di consapevolezza utilizzate nel Progetto Gaia –Benessere Globale sono stati validati scientificamente da numerose ricerche psicologiche e cliniche internazionali che provano [highlight style=”yellow” ]l’efficacia di queste pratiche per la riduzione dello stress, dell’ansia e della depressione, per il miglioramento del benessere psicofisico, della stima di sé e anche per il miglioramento dell’attenzione, della concentrazione e del rendimento scolastico.[/highlight]

Il Progetto Gaia è stato sperimentato con eccellenti risultati, durante l’anno scolastico 2013-14, 2014-15, 2015-16 e 2016-2017, su migliaia di bambini e ragazzi di ogni ordine e grado scolastico di tutte le venti regioni italiane.

 

Le basi scientifiche del protocollo

Il Progetto Gaia-Benessere Globale, al fine di sviluppare una reale consapevolezza globale, prevede un protocollo articolato in quattro principali aree educative che corrispondono alle principali dimensioni neuro psicologiche umane: in giallo la consapevolezza di sé, che corrisponde alla funzione centrale del cervello, in rosso la consapevolezza corporea-emotiva del cervello sottocorticale, in blu la consapevolezza scientifica dell’emisfero razionale e in verde la consapevolezza etica dell’emisfero intuitivo.  La comprensione integrata di queste quattro dimensioni porta ad una consapevolezza globale, che integra la dimensione personale con le dimensioni sociali e culturali.

uomo vitruviano

I 4 livelli d’intervento

Conduttori

Simone Bassoli, dottore in scienze e tecniche psicologiche e sociali, conduttore avanzato del Progetto Gaia, counselor professionista. Gestisce processi formativi in contesti sociali, educativi e aziendali, pratica regolarmente meditazione dal 1998 e la insegna dal 2007.

Valeria Paoli, conduttrice del Progetto Gaia.  Attrice e trainer teatrale, antropologa culturale, gestalt counselor, insegnante di hatha yoga. Dal 1991 cura progetti di teatro, intercultura ed educazione al consumo consapevole per le scuole di ogni ordine e grado di Livorno e Provincia (Ass. Pubblica Istruzione, Cultura, Politiche Giovanili, CIAF, CRED).

 

 Informazioni e materiali

Se sei interessato che tuo figlio possa partecipare a questo progetto, scarica i materiali e inviali alle insegnati, professori e dirigenti.

linee guida meditazione nelle scuole 2017-18

– validazioni_scientifiche_2014

Se c’è interesse, siamo disponibili a fare un colloquio conoscitivo con i referenti scolastici senza impegno.