IL GRANDE ORGASMO

universo

IL GRANDE ORGASMO

Eh si, non sarebbe fantastico provare un orgasmo senza fine?

Ma esiste?

Come prima cosa dobbiamo intenderci su cosa intendiamo con orgasmo…

Cos’è l’orgasmo

Su Wikipedia si legge: 

“L’orgasmo è un complesso di reazioni neuro-muscolari involontarie, di breve durata, che corrisponde al culmine dell’eccitazione sessuale conseguente alla stimolazione fisica e psicologica delle zone erogene e degli organi sessuali.

Nell’uomo il suo esito fisiologico è l’eiaculazione, mentre nella donna sono contrazioni perivaginali, alle quali in alcuni casi si accompagnano fenomeni escretori (la cosiddetta eiaculazione femminile).”

Ma esiste un altro tipo di orgasmo, infinito?

 

Orgasmo senza fine

Tecnicamente sembra che la latenza dell’orgasmo, ovvero il periodo successivo ad un orgasmo in cui non è possibile poterne avere un altro, dipenda da fattori soggettivi come età, caratteristiche fisiche e psicologiche.

Esiste tuttavia in alcune persone la mancanza del periodo di latenza  -la capacità di riavere un orgasmo subito dopo un altro– e sembra essere una conseguenza di una disfunzione della ghiandola pituitaria, quella stessa ghiandola che nella tradizione yogica viene definita “terzo occhio” che si può attivare attraverso specifiche pratiche.

Yoga, tantra e orgasmo senza fine?

Possiamo ipotizzare che gli yogi e i rishi avessero intuito la possibilità di intevenire sull’ipofisi, sviluppando la capacità di provare un orgasmo senza fine, attraverso la famosa energia kundalini, fondamentalmente l’energia sessuale fatta risalire lungo la schiena fino al cranio?
Vediamo cosa dice  Osho, il maestro indiano famoso negli anni ’80 come guru del sesso, che ha portato alla ribalta internazionale tra le tante tradizioni, il tantrismo shivaita.

“Lo stato finale di orgasmo con il tutto si chiama Mahamudra, il grande orgasmo.Cos’è l’orgasmo? È uno stato in cui il corpo non è più percepito come materia, bensì vibra come energia, come elettricità. Il corpo vibra così intensamente, fin dal più profondo essere, che ci si dimentica della sua materialità e diventa un fenomeno elettrico”.

Osho

 

Alcune tecniche per sperimentare l’orgasmo senza fine

Ad oggi è difficile avere delle risposte certe, ma sembra un argomento interessante su cui sperimentare e portare l’attenzione.

Ti suggerisco di provare alcune tecniche per l’apertura del terzo occhio e sviluppare una partciolare attenzione come:

sun gazing, guardare il sole ad occhi aperti all’alba e al tramonto

fissare una candela con lo sguardo perso nell’oscurità

durante l’attività sessuale, in accordo con il partner,  riportare l’attenzione alla 

   consapevolezza interiore piuttosto che al  piacere del rapporto.

 
Prova e fammi sapere come va o se hai avuto esperienza di orgasmi senza fine.