MEDITAZIONE KUNDALINI

meditazione-kundalini

Meditazione Kundalini | Cos’è

Meditazione attiva divisa in 4 fasi scandite da musica e silenzio, ideale per il tramonto.

E’ la tecnica di meditazione di Osho più apprezzata a livello mondiale, ed è sia divertente che potente. Scioglie l’energia stagnante, allenta le tensioni e prepara alla meditazione profonda.

Scuotersi, danzare, rimanere immobili e il silenzio diventa uno spazio interiore naturale.

Meditazione Kundalini | Le fasi

1° stadio (15 minuti) Quando parte la musica, rimani sciolto e lascia che tutto il tuo corpo vibri e si scuota.Respira in modo naturale e avverti le energie che salgono verso l’alto, partendo dalle mani e dai piedi. Lascia andare ogni parte del corpo e diventa tu stesso scuotimento. Non rimanere fermo, non bloccare con il giudizio il libero fluire dell’energia; anzi, gioisci dello scuotimento che dà linfa vitale ad ogni parte del corpo. Puoi tenere gli occhi chiusi o aperti senza focalizzare qualcosa in particolare.

2° stadio (15 minuti) Quando cambia la musica, danza totalmente come più ti piace e lascia che il tuo corpo si muova come meglio desidera. Lascia che il tuo corpo faccia movimenti inusuali, per te insignificanti e che il respiro sia libero, muoviti così come viene. Semplicemente esprimiti attraverso la danza.

3° stadio (15 minuti) Chiudi gli occhi e rimani immobile, seduto o in piedi… Sii il semplice testimone di qualsiasi cosa accada dentro o fuori di te.

4° stadio (15 minuti) Tenendo gli occhi chiusi, sdraiati e rimani in questa posizione immobile.

 Meditazione Kundalini | I benefici

meditazione-kundalini-benefici

I benefici riscontrati dopo la meditazione kundalini sono:

  • rilassamento profondo
  • attivazione fisica
  • scioglimento del corpo
  • scioglimento delle tensioni
  • maggiore lucidità mentale
  • recupero dalla stanchezza
  • senso di benessere complessivo.

Vediamo le opinioni di alcuni medici che utilizzano la meditaziona kundalini.

Studi del Dottor Deepak Chopra

Il sistema nervoso del corpo è parte di un meccanismo di controllo ultra-sofisticato diviso in tre parti: centrale, sistema nervoso periferico e autonomo. Questi sistemi controllano il modo in cui agiamo e percepiamo il nostro universo attraverso i sensi. Il sistema nervoso autonomo regola l’esecuzione automatica dei movimenti attraverso il controllo delle attività non coscienti essenziali come la frequenza   cardiaca, la frequenza respioratoria e quella arteriosa.

Uno degli effetti collaterali benefici di una meditazione attiva è che il nostro sistema nervoso autonomo riduce automaticamente qualsiasi eccessiva attività nel nostro corpo, questo può rivelarsi di grande beneficio per la nostra salute.

L’effetto delle meditazioni attive è il rilassamento profondo che continua non solo ore, ma giorni dopo la meditazione.

 Studi del Dott Joachim Galuska

Il dottor Joachim Galuska guida in Germania il Fachklinik Heiligenfeld, un ospedale psichiatrico con approccio olistico.

Nel suo istituto, le meditazioni di Osho sono parte dei metodi utilizzati per aiutare i pazienti a guarire.

Il Dr. Galuska raccomanda la Meditazione Kundalini perfino ai pazienti con gravi disturbi psicotici: “È un distintivo di tutte le meditazioni di Osho mobilitare tutte le energie del sistema corporeo, e la meditazione Kundalini di Osho permette che succeda in maniera delicata ed armoniosa”. Grazie all’azione benefica che la meditazione Kundalini esercita sui chakra (sulle ghiandole endocrine), il praticante è in grado di raggiungere uno stato di benessere completo, un senso di gioia e armonia incondizionata.

Questa energia è inoltre messa in relazione alla riserva di energia sessuale e alle sue potenzialità.

 

Bibliografia:

Osho (1983). Il libro arancione. Edizioni Mediterranee