Meditazione No Dimension

meditazione-no-dimension

Meditazione No Dimension | Cos’è

Messa a punto in questa forma da Osho Rajneesh  negli anni settanta – ottanta, prende spunto dal sufismo e  dagli stimoli del maestro armeno Gurdjeff.

E’ una tecnica di meditazione attiva, che lavora sulla centratura nell’hara e nel cuore. Infatti vengono proposti movimenti in tutte le direzioni, concentrandosi su questi due punti fissi.

La sua durata è di 1 ora, è divisa in tre fasi.

Nel primo stadio si ripete una  sequenza di movimenti per 30 minuti. 

Nel secondo si gira su se stessi per 15 minuti.

Nel terzo si resta stesi a terra in silenzio per 15 minuti.

Durante i primi due stadi gli occhi sono aperti, nell’ultimo chiusi.

Meditazione No Dimension | Benefici

Praticarla con continuità, così come una volta sola, favorisce:

  • rilassamento
  • centratura
  • scarico delle tensioni
  • leggerezza mentale
  • emozioni positive
  • fiducia in se stessi
  • serenità

Meditazione No Dimension | Come si pratica

meditazione-no-dimension-posizione

Meditazione No Dimension | 1° stadio

In piedi, poni la mano sinistra sul cuore e la destra sulla pancia.

Ascolta la musica e sintonizzati con il ritmo del tuo respiro.

Posizione di partenza: poni entrambe le mani sulla pancia, inspira attraverso il naso e solleva le mani verso il cuore. Espira in modo udibile attraverso la bocca e allunga in avanti mano e piede destri, mentre la mano sinistra ritorna alla pancia.

Ritorna alla posizione di partenza.

Ripeti la sequenza di respiro e movimento portando in avanti mano e piede sinistri e ritornando alla posizione di partenza.

Ripeti nuovamente la sequenza allungando mano e piede destri di lato a 90° e ritornando alla posizione di partenza.

Di nuovo la stessa sequenza con una svolta di 90° a sinistra e ritorno alla posizione di partenza. Nella sequenza successiva compi una svolta di 180° verso destra muovendo mano e piede destri, quindi ritorna alla posizione di partenza.

Ripeti la svolta di 180° verso sinistra muovendo piede e mano sinistri.

Ricorda di far sempre partire il movimento dal tuo centro, l’hara, e usa la musica per stare al giusto ritmo. I movimenti dovrebbero susseguirsi in maniera fluida, e non diventare automatici.

La danza inizia lentamente e il ritmo va crescendo di intensità.

 

Meditazione No Dimension | 2° stadio

 

meditazione-no-dimension-whirling
Inizia a girare su te stesso in senso antiorario, con gli occhi socchiusi, tenendo le braccia aperte con il palmo destro volto verso l’alto e il sinistro verso il basso.

Respira normalmente e lasciati assorbire dal movimento.

Se girare in senso antiorario ti disturba, cambia la direzione e la posizione delle mani.

Se avverti un senso di nausea, focalizzare lo sguardo sulla mano o sul pollice sinistro può esserti d’aiuto.  Se il corpo si lascia cadere a terra da solo, va benissimo.

Per concludere la whirling rallenta la velocità, e lascia che le mani si incrocino sul petto.

 

Meditazione No Dimension | 3° stadio

Rimani in silenzio. Sdraiati a terra, preferibilmente sulla pancia, con gli occhi chiusi.

Vai dentro te stesso e lasciati diventare un puro testimone di ciò che accade all’esterno e all’interno.

 

 Se vuoi provare questa tecnica, puoi comprare il CD cliccando qui, oppure mi puoi contattare senza impegno, scrivendomi. Buona pratica!